Associazione l'Immagine

Nata   nel   1985,   l’Associazione   L’Immagine,   che   opera   in   rete   con   la   Cooperativa Martinengo, è attiva nella zona sud di Milano dal 1986. Entrambe le realtà sono strettamente legate  alle  Suore  di  Carità  dell’Assunzione,  e  nascono  dal  maturare  e  dall’ingrandirsi dell’opera di attività volte a promuovere la crescita della persona.


L’Associazione nel corso della propria attività ha incontrato aree sociali di sottosviluppo e di emarginazione ponendosi come scopi il sostegno alla famiglia nello svolgimento del proprio compito  educativo,  la prevenzione  del  disadattamento  minorile  e la  promozione  di  attività culturali e ricreative.


Partendo dalla ricostruzione di una personalità compiuta attraverso la stabilità di riferimento ad un luogo e ad un sostegno qualificato, l’Associazione ha consolidato una rete di rapporti capaci di  diventare punti di riferimento nella vita quotidiana.

Il radicamento nel territorio ha permesso di far nascere e sviluppare una rete di famiglie che hanno nel tempo collaborato nella ricostruzione di un tessuto sociale.

 

Il progetto educativo perseguito dall’Associazione presenta due elementi qualificanti:

  • porre  al  centro  dell’intervento la  persona e la  valorizzazione  delle risorse esistenti nelle famiglie
  • ridare  alla  persona  il  bagaglio  culturale  che  costituisce  la  vera  risorsa  del  singolo nell’ottica  di  fornire  gli  strumenti  per  la  salvaguardia  e  la  crescita  umana  della persona.

Il binomio solidarietà–cultura si evidenzia come punto focale dell’azione dell’Associazione in  tutte  le  sue  attività  con  le  famiglie  e  con  i  minori.  L'opera  fin  da  principio  ha  inteso intercettare  attraverso  il  bisogno  sociale  incontrato,  una  risposta  possibile  nell'intreccio  di interventi  socio  educativi  e  interculturali,  tali  da  offrire  una  base  di  riferimento  alla genitorialità  e  alla  famiglia.  Ci  riferiamo  infatti  ad  una  concezione  della  persona  posta  a centro  della  realtà  esistenziale  e  pertanto  del  sistema  di  valori  dell'Associazione.  Ed  essa chiede  una  sensibile  azione  sociale,  ma  soprattutto  un  approfondimento  dell'esperienza culturale in essere ed una capacità  di analisi  e di critica indispensabili per comprendere il tempo presente e le sue svolte epocali.


L'azione delle famiglie in associazione tende a porre l’esperienza educativa come desiderio del cuore al giudizio e all'incontro con la realtà e la diversità.

Punto di forza dell’Associazione è data dai volontari, i quali prestano gratuitamente il loro impegno  e  la  loro  consulenza  portando  le  proprie  competenze  (insegnanti,  universitari, professionisti, artisti…) nelle varie attività in cui si declina il compiersi dell’opera.

 

Questi alcuni degli interventi operati:

 

1) Un Centro di Aggregazione Giovanile, attivo dal 1997. Scopo  del  Centro  è  porsi  come  luogo  di  riferimento  stabile,  in  grado  di  offrire  un’ampia gamma di opportunità d’impegno, di utilizzo del tempo libero e  di iniziative aventi contenuti formativi e socializzanti, allo scopo di favorire un corretto sviluppo psico-fisico e di attuare interventi di prevenzione nei confronti della devianza giovanile.
Il  progetto  permette  di  realizzare  con  il  minore  un  percorso  volto  a  favorire  la  crescita dell’autostima  e  la  sperimentazione  delle  proprie   capacità  in  un  modo  che  va  oltre la valutazione tipica in un sistema scolastico o in un lavoro strettamente terapeutico.

 

In questo ambito si inseriscono:
 
• Il   doposcuola,  condotto  da  personale  qualificato  coadiuvato  da  110  volontari.  Il doposcuola  è  frequentato  quotidianamente  per  3  ore,  da  ottobre  a  giugno,  da  circa  90 alunni delle scuole medie inferiori. Non solo: i ragazzi che vi partecipano sono inviati per la maggior parte dagli insegnanti delle scuole della zona, dalle assistenti sociali dei Servizi Sociali della Famiglia, dal Comune, dalle Parrocchie e da privati.
Nel doposcuola si svolgono attività di aiuto nello svolgimento dei compiti, di recupero scolastico individuale, di preparazione agli esami e di aggregazione.

 

• L’attività  post-scolastica:  l’Associazione  tende  ad  un  rapporto  educativo  stabile,  così dalla conclusione  dell’anno scolastico e per tutto il mese di luglio, fino ai primi quindici giorni di settembre prosegue,  con  frequenza  giornaliera, la sua  attività rivolta a  50 tra preadolescenti e adolescenti organizzando:


- pomeriggi  con  attività  sportive  (piscina,  "biciclettate",  gare  e  giochi  di gruppo, torneo di calcio, costruzione di oggetti e manipolazione di materiali)
-  visite culturali a Milano ad eventi artistici del capoluogo
- gite  turistiche  a  luoghi  di  particolare  interesse  culturale,  in  continuità  con quella  modalità  di  approccio  alla  cultura  già  vissuto  dai  ragazzi  durante l'anno scolastico
- vacanza in montagna per bambini delle elementari e i ragazzi.

 

2) Il binomio solidarietà-cultura è perseguito dall'Associazione, anche nell'ambito dell'attività con  le  famiglie.  Un'opera  di  solidarietà  deve  potersi  esprimere  sia  in  un  efficiente  e sistematico  aiuto  nei  confronti  dei  molteplici  bisogni  espressi  dalle  famiglie,  sia  nella possibilità di introdurre le stesse in un tessuto vivo di amicizie e di rapporti che le aiutino a riappropriarsi delle proprie risorse e della propria storia. A questo proposito l'Associazione realizza  incontri  tra  famiglie  con  finalità  aggregative,  culturale  e  ricreativa,  come  ad esempio.

 

3) L'attività  di  teatralità  interviene  nell'universo  adolescenziale  impegnando  l’io  ad  una relazione forte con la propria capacità di gusto e di paragone ad esempio con musica e ballo, sfidando spesso una falsa moda di far prevalere ogni pulsione istintiva a scapito della ragione che invece, se ben impegnata, sa cogliere percorsi utili e più gustosi anche se impegnativi e con sacrifici.


In questi anni sono stati realizzati tre spettacoli: due Musical e uno Show. I primi tratti da romanzi  particolarmente  famosi:  i  Promessi  Sposi,  con  lo  spettacolo  “Renzo  e  Lucia,  un amore  difficile”  (2007  –  2008)  e  Via  col  Vento,  con  lo  spettacolo  “Domani  è  un  altro giorno: la vera storia di Rossella  O’Hara” (2008 e 2009).

Nel  maggio del  2010 è stato realizzato uno spettacolo dal titolo Sam in Show.

Tradizionalmente, alla vigilia del Natale, l’Associazione propone il Presepe Vivente, un gesto che si
svolge per le vie del quartiere, e invita le famiglie e tutti i partecipanti a immedesimarsi con il Mistero del Natale.

L'Immagine - Associazione di Volontariato
Via F.lli Rosselli, 19/2 - 20139 Milano (MI)
Aggiungi ai preferiti Segnala ad un amico
Inizia la tua raccolta fondi Fai la tua donazione
Scarica il widget della onlus